bsccb1.jpg
 

 

Quando ci accingiamo ad acquistare una nuova auto prendiamo in considerazione numerose variabili, dal design, agli interni sino alle
prestazioni del motore.

Sfortunatamente, non tutti  valutano attentamente le caratteristiche dell’impianto frenante presente di serie (o disponibile come optional) dell’auto che si sta per acquistare.

Soprattutto per chi si appresta ad acquistare una vettura sportiva spesso si pone il dilemma se scegliere o meno i freni in carbonio-ceramico. A parte alcune eccezioni ( ad esempio tutti i modelli Ferrari, Lamborghini e Mclaren) i freni in carbonio ceramico sono proposti dalle case come optional per tutte le principali supersportive stradali.

Questo particolare materiale ottenuto attraverso un complesso processo produttivo dal mix di polveri di resina e fasci di filamenti di fibra, è impiegato dagli anni '70 nei sistemi frenanti per veicoli aerospaziali e dagli anni '80 per il mondo del Racing.

Dal 2000 il carbonio ceramico viene impiegato anche per la produzione dei sistemi frenanti di automobili sportive garantendo vantaggi in termini di performance su asciutto e bagnato, peso, comfort, resistenza alla corrosione, lunga durata ed immagine tecnica.

Ecco allora 5 motivi per cui sia preferibile un’auto con dischi in carbonio ceramico rispetto ad una con i dischi tradizionali.

 

 bsccb4.jpg
 

 
1) PRESTAZIONI INEGUAGLIABILI IN FRENATA

Il maggior coefficiente di attrito che contraddistingue i dischi in carbonio ceramico permette di ridurre gli spazi di frenata rispetto ai dischi in ghisa. I valori più alti del coefficiente di attrito assicurati dal carbonio infatti riducono il tempo di azionamento della frenata e l’auto inizia quindi a rallentare prima di un’auto con un impianto tradizionale. Secondo alcuni studi, a parità di pneumatici e con pastiglie stradali, nella frenata da 100 km/h a 0 i dischi in carbonio ceramico permettono di accorciare di quasi 3 metri lo spazio di frenata. Abbastanza per salvare una vita umana o per evitare un impatto dannoso per la carrozzeria dell’auto.

 2) ASSENZA DI FADING

Per un auto sportiva, eccellenza nella frenata significa soprattutto costanza di prestazione

I dischi  in carbonio ceramico permettono di mantenere costante la forza frenante anche dopo azionamenti ripetuti, questo grazie al buon comportamento del materiale alle alte temperature. Per questo, il disco in carbonio ceramico risulta eccezionalmente resistente al fading, soprattutto nelle frenate più impegnative.

Contrariamente ai dischi in ghisa che, in caso di  azionamenti ripetuti possono riscaldandosi eccessivamente e generare fading, diminuendo l’efficacia dell’impianto, i dischi in carbonio ceramico invece vantano una bassa deformazione alle alte temperature e pertanto la forza frenante resta identica anche dopo azionamenti ripetuti.

È naturale, perciò, che le caratteristiche di questi dischi vengano apprezzate maggiormente in situazioni estreme, come in discesa, lungo i tornanti di montagna, o in pista.

 3) STILE UNICO

I dischi in carbonio ceramici sono immediatamente riconoscibili da chi guarda la vettura sia per le dimensioni che per l’aspetto. Rispetto ad un disco in ghisa, un disco in carbonio ceramico vanta solitamente un maggior diametro che gli permette di “riempire” di più la ruota, rendendo più maestoso il tutto. Inoltre, il carbonio ceramico si contraddistingue per una texture visibile ad occhio nudo che non lascia dubbi sulla sua natura. Come se non bastasse , l’impianto frenante in carbonio ceramico Brembo si è aggiudicato nel 2004 il premio Compasso d’Oro dell’Associazione per il Disegno Industriale Italiana: mai in passato un componente frenante aveva avuto questo riconoscimento.

 

4) MIGLIOR HANDLING DELL’AUTO

Un disco in carbonio ceramico anteriore pesa all’incirca 7-8 kg, mentre uno posteriore si attesta sui 6 kg. Invece un disco tradizionale in ghisa, e la relativa campana, si aggira sui 12-13 kg. Il risparmio di peso ammonta quindi a 5-6 kg per ruota, un valore considerevole visto che stiamo parlando di masse non sospese.

Grazie alla straordinaria leggerezza dei dischi in carbonio ceramico, l’auto risulta più leggera e maneggevole offrendo prestazioni migliori, in termini di consumi, comfort di guida, decelerazione e accelerazione.

Inoltre, la riduzione delle masse non sospese di una ventina di kg migliora il comportamento dell’auto nei cambio di direzione, rendendo la guida più fluida.

 

5) DURATA QUASI INFINITA DEI DISCHI

 I tradizionali dischi in ghisa hanno  una durata limitata, in media circa 100.000 km, dopo di che è necessario  sostituirli .  Da questa incombenza sono esentati i possessori di auto con dischi in carbonio ceramico: per la loro particolare durezza e composizione  infatti questi dischi vantano una speranza di vita almeno tripla se non quadrupla dei dischi tradizionali. Ossia sono utilizzabili senza decadimenti di prestazioni per l’intera esistenza dell’auto su cui vengono impiegati. L’infinito è ad un passo.

 

bsccb2.jpg

​​​​​​